LE "PERLE MUSICALI" INFORMANO...

Torna per il terzo anno nel chiostro di San Francesco nel centro storico di Pisa la FESTA DELLA MUSICA NEL CHIOSTRO, un fine settimana di concerti per scoprire, incontrarsi, divertirsi. Quest’anno sarà un fine settimana di “musiche dal mondo” perché fare e ascoltare musica è condividere emozioni e esperienze; i tre concerti serali saranno dedicati ad altrettante culture e saranno anche occasioni di incontro con alcune comunità straniere di Pisa. Il nostro programma è quest’anno inserito nel “Festival delle culture” che si svolge a Pisa dal 10 al 16 maggio. Ma, per non dimenticare il magnifico “contenitore” dei concerti, tre nuove visite guidate saranno dedicate prima dei concerti serali dal professor Federico Tognoni a diversi aspetti del complesso conventuale di San Francesco. Ci sarà il consueto spazio per i più piccoli e un concerto aperitivo la domenica mattina per chi vorrà aprire nel verde del chiostro una giornata di primavera.

Si apre il sipario venerdì 14 maggio alle 20.45 con una serata dedicata ai duecento anni dalla nascita di Fryderyk Chopin e dunque alla Polonia, la terra dove nacque e il cui speciale “dialetto musicale” è così importante nelle sue composizioni. Sarà una rara occasione, almeno in Italia, per ascoltare alcune delle sua canzoni, brevi ma intense, in alcuni case vere sorprese, e alcune mazurche cui l’amica cantante Pauline Viardot aggiunse una parte vocale, singolare -ma molto chopiniano- matrimonio fra una danza così tipicamente polacca e il salotto francese. Per cantare nella loro lingua vengono dalla Polonia il soprano Ewa Majcherczyk, già nota al pubblico pisano nel recente Candide al teatro Verdi e il tenore Patrycy Hauke, accompagnati al pianoforte da Riccardo Mascia, mentre Alessandro Scarpellini si occuperà di presentare i testi in italiano. Ma non ci sarà solo Chopin, poiché la grande tradizione musicale polacca continua con Moniuszko, Paderewski, Szimanowski, che animeranno la seconda parte, un mondo di leggende romantiche tenere e inquietanti, una musica densa di invenzioni. La serata si concluderà con un rinfresco di specialità polacche offerto dalla comunità di Pisa.

Sabato pomeriggio alle 16 sarà la volta dei bambini. La pianista Federica Righini presenterà in musica e immagini la Boite a Joujoux di Claude Debussy, una ben strana scatola di Domenica 16 giocattoli piena di sorprese.

La serata di sabato 15 alle 20.45 sarà dedicata all’Argentina e il pubblico sarà accolto dagli argentini che vivono a Pisa. Ma prima la parola al pianista Miguel Angel Barcos, protagonista storico del tango al pianoforte, proveniente dalle migliori orchestre storiche argentine, che illustrerà la sua musica nazionale in tutte le sue sfumature, sensualità, ritmo e malinconia, con la partecipazione di Ana Luz Cisneros in veste di cantante.

Domenica 16 si aprirà alle 11 con un concerto aperitivo del coro femminile J.S.Bach diretto da Brunetta Ulivieri Carmignani con un programma a sorpresa fra sacro e profano, adatto per passare insieme una mattina di primavera.

Domenica sera alle 20.45 il protagonista è William Shakespeare, le cui opere teatrali sono ricche di bellissime canzoni tragiche o comiche che hanno ispirato grandi musicisti. Partendo da Schubert e Brahms si approderà al novecento con Korngold e Mario Castelnuovo-Tedesco. Quest’ultimo, raffinatissimo e colto compositore fiorentino, legato a Pisa e soprattutto alle colline di Lari, da vincoli affettivi e d’ispirazione, sfuggito alle leggi antisemite, diventò uno stimato compositore di musica da film a Hollywood e amico e compositore prediletto del grande chitarrista Andrés Segovia. La cantante Mirella Di Vita e la pianista Antonella Bellettini hanno si sono dedicate alla riscoperta della sua bellissima musica, in collaborazione con l’Istituto di Anglistica della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Pisa.

 

©2019 Circolo Culturale San Francesco - associazione no-profit Pisa. Tutti i diritti riservati

Search

Circolo Culturale San Francesco

facebook_page_plugin